Confronta i conti deposito: risparmio, rendimento e sicurezza

Investire il tuo denaro efficacemente e in modo sicuro è semplice. Confronta conti deposito per trovare interessi alti senza correre pericoli. I conti deposito, infatti, hanno tutti i pregi che si potrebbero ricercare in un prodotto finanziario, sia perché si rivelano convenienti sia perché – soprattutto – sono davvero facili da utilizzare. Il confronto ti permette di individuare la soluzione più in linea con le tue esigenze e in grado di assecondare ogni tua aspettativa.

Come funziona un conto deposito?

Per capire se e perché l’apertura di un conto deposito può fare al caso tuo, è indispensabile conoscere il suo funzionamento e le sue caratteristiche. Prima di tutto, devi sapere che il rendimento di cui puoi beneficiare è contenuto e costante nel tempo, ma soprattutto sicuro. Insomma, piuttosto che tenere i tuoi soldi immobili sul conto corrente, senza maturare interessi e addirittura spendendo per il pagamento del canone mensile e dell’imposta di bollo, con i conti deposito hai l’opportunità di investire il denaro – o una parte di esso – e ottenerne degli interessi garantiti. Mentre in un conto corrente il tasso di interesse che viene riconosciuto è nella maggior parte dei casi pari a zero, specialmente nella situazione economica di oggi, con un conto deposito hai a disposizione un rendimento sicuro in base alle peculiarità del conto stesso.

Insomma, confronta i conti deposito per scoprire che non rischi nulla in alcun caso: è un investimento sicuro, anche perché sei consapevole del tasso di interesse che sarà applicato sin dal momento in cui il conto viene aperto. Ciò vuol dire che puoi sapere di quale rendimento beneficerai: un rendimento che sarà costante nel tempo e, proprio per questo motivo, sicuro, senza che tu debba fare i conti con le conseguenze di tassi che oscillano.

La scelta del conto deposito

Nel momento in cui ti accingi ad aprire un conto deposito, sono due le alternative a tua disposizione tra le quali puoi scegliere: il conto deposito libero e il conto deposito vincolato. Nel primo caso hai la libertà di ritirare in qualunque momento il denaro che hai versato; nel secondo caso, invece, le somme che sono state depositate non possono essere sbloccate fino a quando il vincolo non giunge a scadenza.

Per i conti deposito vincolati, il vincolo generalmente può durare da un minimo di 30 giorni a un massimo di 60 mesi, cioè 5 anni. Ovviamente il titolare del conto deposito ha sempre la possibilità di svincolare il denaro. Gli interessi che vengono maturati sono accreditati insieme con il capitale iniziale al termine del periodo del vincolo: a questo punto si può scegliere se depositare i soldi di nuovo, per il lasso di tempo che si preferisce, o se prelevarli.

Il conto libero, come si può intuire, è più indicato per chi ha la necessità di gestire e controllare il proprio patrimonio più liberamente, anche per riuscire a far fronte a eventuali spese di emergenza senza rimetterci: ovviamente la differenza tra un conto libero e un conto vincolato sta nel rendimento, che è più elevato nel secondo caso.