Le spugne per il bagno

Il bagno è un luogo in cui passa molta gente, in particolare se si tratta del bagno di un ufficio, e che amiamo vedere sempre impeccabile e igienizzato al meglio. Pulire il bagno è un gesto quotidiano dato che è un luogo che si sporca rapidamente ed è complicato mantenerlo completamente pulito, perché l’acqua porta particelle di calcare ovunque, e l’umidità e la mancanza di aerazione possono portare al formarsi di muffa.

Per questo si deve procedere con una pulizia accurata, utilizzando i prodotti detergenti adeguati per ogni tipo di superficie e sporco del bagno, e le giuste spugne per il bagno.

Detergenti per ogni superficie

Ogni superficie richiede infatti un certo tipo di prodotto che possa pulire senza intaccarla.

Ad esempio, i sanitari andranno puliti con un anticalcare e della varechina, per togliere il calcare e smacchiare.

Il lavabo può invece essere pulito con un detergente per superfici smaltate, mentre la rubinetteria andrà pulita con un detergente per l’acciaio e il metallo.

Gli specchi si possono detergere con un prodotto apposito per vetri e specchi.

Le spugne per le pulizie

Come per i prodotti detergenti, ogni superficie richiede anche un diverso tipo di spugna per pulire.

In commercio vi infatti sono molte tipologie di spugne per il bagno, che vanno dalle classiche spugne di forma quadrata, in spugna sintetica, ai panni in microfibra, adatti per superfici come vetri, specchi e acciaio, che eliminano lo sporco e lucidano anche la superficie.

A seconda del loro utilizzo, se con acqua, con acqua e detergente o anche asciutte, le spugne si diversificano.

Quelle in materiale di spugna artificiale sono maggiormente adatte per detergere e risciacquare, quelle in microfibra invece sono adatte sopratutto per asciugare e lucidare, ma ci sono particolare spugne in microfibra imbottite in spugna che si utilizzano per entrambi gli scopi.

Le spugne per il bagno in microfibra

Queste sono apposite spugne per il bagno in microfibra, che sono realizzate con due lati: un alto graffia, e consente di rimuovere tutte le macchie sulle superfici dure (macchie di calcare, sapone ecc.).

Il secondo lato in microfibra della spugna è a nido d’ape, e consente di assorbire e asciugare le superfici di rubinetti, lavelli e vasche senza lasciare traccia di polvere o particelle.

Le dimensioni della spugna da bagno in microfibra, che sono di solito 11 x 13 x 3 cm, la rendono molto efficiente, maneggevole e piacevole da usare.

La spugna in microfibra per il bagno può essere utilizzata con i prodotti detergenti abituali, ad eccezione di quelli a base di cloro.

Queste spugne si possono lavare anche in lavatrice a 60 ° C, senza ammorbidente e senza cloro e asciugare in asciugatrice ad una temperatura moderata.

Spugne antigraffio

Vi sono poi delle particolari spugne per il bagno di spugna sintetica, con un lato morbido e uno ruvido, ma antigraffio, adatto per pulire e senza intaccare o rovinare le varie superfici.

Sono di diversi colori, belle a vedersi e pratiche da usare, si utilizzano non solo per le pulizie nel bagno ma anche per le stoviglie.

Sono prodotte da molte aziende del settore, e ce ne sono quindi di tanti marchi diversi, più o meno noti.

Spugne per vetri e specchi

Nell’ampio assortimento di spugne per il bagno ci sono anche quelle per vetri e specchi, realizzate con un tessuto in pelle scamosciata sintetica, particolarmente adatto per detergere le superfici lucide di vetri e finestre e specchi.

Inoltre è adatto anche per asciugarle e farle risultare brillanti e senza pelucchi.

Per una pulizia e asciugatura senza aloni, si può utilizzare anche un panno per vetri in microfibra a nido d’ape.