Perché usare un dilatatore anale

Il sesso anale, da molti considerato ancora oggi un tabù, anche se in misura ridotta rispetto a pochi anni fa, è ampiamente praticato in tutto il mondo e in tutte le culture. Considerato in certi periodi storici e da alcune culture religiose come una grave perversione, è viceversa visto come una normale pratica erotica da altri tipi di culture. Tuttavia, prepararsi al sesso anale richiede alcune accortezze.

Il perché del sesso anale

Piace ad uomini e donne.

Il motivo fisiologico del piacere del sesso anale sta nel fatto che l’ano è molto più stretto della vagina, per cui provoca una maggiore sensazione di stretta sul pene, tuttavia proprio perché molto più stretto, andrebbe prima usato un dilatatore anale, come preparazione.

Dall’altro lato, per chi riceve la penetrazione, occorre fare un importante distinguo. Per le donne, il piacere deriva dal fatto che le pareti interne del retto sono esattamente dietro l’utero ed il collo dell’utero, che si trovano ad essere stimolati. Per gli uomini, la penetrazione anale stimola direttamente la prostata.
Soprattutto se si è al principio della propria attività sessuale anale, è importante preparasi a ricevere la penetrazione con l’uso di un dilatatore anale.

Il dilatatore anale

Una preparazione necessaria.

I tessuti dell’ano e del retto sono molto elastici, ma non quanto quelli della vagina, che possono dilatarsi fino a permettere un parto. Inoltre, i tessuti dell’ano sono anche pieni di terminazioni nervose molto sensibili, che possono provocare piacere.

Se culturalmente spesso viene indicato il sesso anale come una pratica dolorosa, è proprio perché spesso si omette la fase preparatoria, dove con un dilatatore anale si va a stimolare l’elasticità dei muscoli dell’ano. Si tratta di un esercizio importante quanto fondamentale, per abituare il corpo a ricevere la penetrazione, per eliminare gradualmente le sensazioni di dolore.

I dilatatori anali in commercio oggi

Per tutte le esigenze.

Oggi nei negozi, anche online, che vendono sex toys si trovano tantissimi dilatatori anali, così tanti che un acquirente inesperto potrebbe anche trovarsi confuso.
In generale, è buona norma non usare un solo dilatatore anale. Dal semplice plug sottile in lattice morbido, a quelli in acciaio chirurgico rigidi, e bene averne più di uno, e tutti di diverso diametro.

Quando ci si approccia al sesso anale per la prima volta, per non associarci esclusivamente sensazioni di dolore e di fastidio, occorre andare per gradi. Quindi, è bene iniziare la dilatazione anale con il dilatatore di diametro più piccolo. Solo quando l’ano si sarà abituato, si potrà passare al dilatatore anale di diametro maggiore, e così via, con diametri sempre più grandi, fino ad arrivare ad ottenere la dilatazione sufficiente ad una penetrazione non dolorosa.

Quando cambiare dilatatore anale

Come accorgersi di quando si è pronti.

Per accorgersi di quando è arrivato il momento di passare ad un dilatatore anale di diametro maggiore, occorre saper ascoltare il proprio corpo. Alla prima penetrazione con un dilatatore anale, il nostro corpo reagisce istintivamente stringendo e irrigidendo i muscoli dell’ano.

Quando si sarà in grado di tenere i muscoli rilassati mentre si indossa il dilatatore, senza provare sensazioni di fastidio, sarà giunto il momento di passare ad un dilatatore anale di diametro maggiore.