Strumenti per la ricerca di parole chiave

Sempre più frequentemente si sente parlare di consulenza SEO, Key words, analisi dei contenuti e tanto altro.

Tutti questi termini sono parte integrante di un’innovativa disciplina ideata per ottimizzare i contenuti delle pagine web, ossia fare in modo che un portale compaia tra i primi posti dei risultati di una ricerca su internet.

La tecnica SEO più adoperata è l’uso di parole ″chiavi″ con l’intento di incrementarne la visibilità ad ogni ricerca. La domanda più ricorrente è ″come si elaborano le parole chiavi?″

Nei prossimi paragrafi proporremo alcune riflessioni in merito ai freeware più adoperati per le ottimizzazioni SEO.

 

Big Data per comprendere i tool SEO

 

La prima riflessione da fare attiene alle reali potenzialità di internet, ossia cosa internet ha incrementato rispetto al passato.

La risposta è pressoché univoca, e pone sempre l’accento sull’enorme quantità di informazioni rese disponibili.

Difatti con un semplice click possiamo accedere a banche dati tanto estese che non basterebbe un’intera esistenza umana per raccogliere tutte le informazioni utili.

Questo limite è mitigato con il ricorso ai Big Data tool, ossia strumenti che, mediante appositi filtri, traducono una grande quantità di dati in semplici percentuali o grafici di facile ed immediata interpretazione.

Gli strumenti per la ricerca di parole chiave si ispirano a tale architettura logica, e sono finalizzati all’analisi di peculiari aspetti della comunicazione sul web.

 

Keyword Planner di Google

 

Keyword Planner (KP) è un strumento, completamente gratuito di Google AdWords, messo a disposizione per inserzionisti e blogger per realizzare ottimizzazioni SEO dei contenuti inseriti sul web.

Questo strumento permette di individuare parole chiavi oppure redigere liste con correlazione di idee, ossia in grado di riprodurre e schematizzare i processi mentali che da un elemento conducono ad un altro elemento associato e così via. In aggiunta KP consente di effettuare le analisi di coerenza semantica.

In pratica analizza i contenuti dell’intera pagina web al fine di determinare i punti di forza e/o le vulnerabilità che possono alterare i risultati mediatici di una campagna di informazione o di marketing.

Una particolare funzione per lo studio del volume dei flussi trasferisce tutti i risultati su pratiche tabelle e grafici facilitando la comprensione di fenomeni e tendenze.

 

Uber Suggest

 

UberSuggest è uno strumento gratuito che consente di ricercare nuove parole chiave mediante l’utilizzo di GoogleSuggest.

Con l’installazione dell’estenzione gratuita di KeywordEverywhere si avrà accesso ai volumi di ricerca per individuare la più idonea target list al fine di organizzare al meglio i contenuti di marketing di un portale.

Le ricerche delle parole possono essere diversificate per ambiente operativo.

Ovvero Uber Suggest offre l’opportunità di selezionare specifici ambiti come vendita, notizie, video, web ed altro ancora.

L’interfaccia è realmente facile ed intuitiva e consente di effettuare la ricerca della KW mediante diversi filtri. Una volta redatta la lista è possibile esportare tutti i dati in formato csv rendendoli subito disponibili per altre operazioni.

 

Fonte: