agende personalizzate

Agenda personalizzata: quale scegliere per il tuo lavoro

Giornaliere, settimanali o mensili, le agende per poter essere veramente funzionali devono essere personalizzate. Cosa si intende per agenda personalizzata? Un agenda che sappia adattarsi al meglio alle nostre esigenze lavorative, ai nostri impegni e perché no, anche al nostro caos. Dopotutto un’agenda serve anche a questo: a mettere ordine nelle nostre giornate in modo da evitare che gli impegni prendano il sopravvento e ci travolgano.

Quando ci si appresta ad acquistare un’agenda personalizzata, quindi, bisognerebbe prendere in considerazione alcuni fattori tra cui:

  • La suddivisione del calendario (giornaliero, settimanale, mensile)
  • Le dimensioni (compatta, maxi, slim, ecc)
  • Lo spazio disponibile sulla pagina
  • Eventuali accessori

In base alla tipologia dei nostri impegni potremmo avere bisogno di un calendario giornaliero, settimanale o mensile, a seconda della frequenza con cui necessitiamo di annotare i nostri appuntamenti. C’è chi svolge un tipo di lavoro che prevede scadenze ravvicinate e chi invece necessità di ragionare più ad ampio raggio. Nel primo caso bisognerebbe optare per un’agenda giornaliera che consenta di avere sempre sott’occhio gli impegni della giornata; nel secondo caso, invece, si consiglia di ricorrere ad un’agenda settimanale, per lo stesso discorso di cui sopra, ovvero, avere sempre ben a vista gli impegni. Le agende settimanali, infatti, concentrano in un’unica pagina un’intera settimana, così da avere un quadro completo delle scadenze dell’intera settimana e poter organizzare al meglio il lavoro, senza doversi ricordare di voltare pagina – tra un giorno e l’altro –  e evitando eventuali sviste o dimenticanze.

Un altro fattore molto importante da valutare è lo spazio disponibile sulla pagina per segnare gli appuntamenti. Più saranno i particolari e i dati che avrete bisogno di appuntare e più ampio dovrà essere lo spazio disponibile sulla pagina. Viceversa, se tutto ciò di cui avete bisogno è un nome, un orario e un numero di telefono e/o indirizzo, allora potreste optare per un’agenda con meno spazio in pagina e più compatta, arrivando così al terzo punto: le dimensioni.

Le agende possono essere tascabili, maxi, compatte, ecc. Le dimensioni influiscono su vari aspetti tra cui il peso e la praticità. Questo elemento diventa fondamentale se si ha bisogno di portarla dietro quando non si è in ufficio, in questo caso la scelta migliore è rappresentata da una compatta, piccola e leggera da trasportare.

Un ultimo elemento da valutare, infine è determinato dalla presenza di eventuali accessori come ad esempio: rubrica telefonica, blocco appunti, vano portadocumenti, ecc.

Un’agenda accessoriata è uno strumento preziosissimo a patto che contenga gli accessori giusti, ovvero, quelli di cui effettivamente potremmo avere bisogno. In caso contrario si tratterebbe solo di un peso inutile.

Tra le caratteristiche fondamentali per un’agenda personalizzata, abbiamo volutamente escluso – fino a questo momento – l’elemento estetico e di design per dedicarvi il paragrafo finale.

Il design estetico delle agende si è evoluto negli anni, passando da semplici e anonimi diari a veri e propri oggetti di design, personalizzati e personalizzabili. È possibile, infatti, scegliere tra diversi tipi di rivestimenti in pelle, in cuoio rigenerato, in materiale idrorepellente dai colori più disparati; tra rilegatura classica e rilegatura con spirale metallica, ecc. Sempre più aziende scelgono di personalizzare le agende con il logo aziendale, o con le proprie iniziali nel caso di professionisti.