aromaterapia

Alla scoperta dei benefici dell’aromaterapia

Il mondo dell’aromaterapia è un universo ricco di fascino. Negli ultimi anni, sulla scia dell’aumento della popolarità dei rimedi olistici, se ne parla tantissimo. A testimonianza di ciò, è possibile chiamare in causa il successo di portali tematici come Guida Oli Essenziali.

Quando si parla di aromaterapia, ci si fanno spesso domande in merito ai suoi benefici. Quali sono? Nelle prossime righe di questo articolo, puoi trovare diverse informazioni preziose in merito.

Storia dell’aromaterapia

Nel momento in cui ci si chiede quali siano i benefici di una determinata pratica, prima di elencarli è necessario conoscere qualche dettaglio storico. Nel caso dell’aromaterapia, è importante sottolineare che si tratta di una branca della fitoterapia che ha iniziato in tempi molto antichi a suscitare l’interesse dell’uomo.

Per rendersene conto, basta rammentare che testimonianze relative all’utilizzo di oli essenziali risalgono addirittura ai tempi dell’antico Egitto. Anche il mondo classico offre diversi riferimenti in merito. Sono infatti diverse le documentazioni storiche che parlano dell’abitudine, molto diffusa sia tra i Greci sia tra i Romani, di profumare gli abiti con oli speciali.

Dal mondo classico facciamo un salto in avanti fino al Medioevo e, nello specifico, al X secolo, periodo in cui ha operato Avicenna, alchimista arabo a cui si deve l’estrazione di olio essenziale di rosa. Guardando invece a tempi più recenti, è doveroso un cenno alla figura di René-Maurice Gattefossé, ingegnere nato nel 1881 e venuto a mancare nel 1950. Il suo operato è importantissimo: non a caso, quando si chiama in causa il suo nome si inquadra colui che, ancora oggi, è considerato il padre dell’aromaterapia moderna.

Effetti positivi dell’aromaterapia

L’aromaterapia ha un ottimo potenziale quando si parla di gestione dei sintomi di diverse condizioni. Tra queste è possibile citare l’asma, ma anche l’insonnia, l’alopecia, l’artrite, le manifestazioni della menopausa.

Sono diverse le strade da percorrere per sfruttare i benefici dell’aromaterapia. Tra questi è possibile citare il ricorso ai diffusori, pratici, economici e in alcuni casi addirittura anche gradevoli dal punto di vista estetico. Da non dimenticare è anche la possibilità di mettere a bollore una pentola d’acqua e di versarvi qualche goccia di olio essenziale.

Detto questo, viene da chiedersi quali siano i principali oli essenziali e i loro benefici concreti. Tra i più popolari è possibile citare senza dubbio l’olio essenziale di arancio amaro. In questo caso, si ha a che fare con una soluzione di aromaterapia particolarmente efficace quando si tratta di calmare i dolori di stomaco.

In caso di affezioni come il mal di gola, è possibile prendere in considerazione oli essenziali come quelli a base di eucalipto e menta. Proseguendo con l’elenco dei benefici dei principali oli essenziali, citiamo il caso della lavanda, universalmente nota per la sua capacità di favorire il relax, e della menta piperita, ingrediente di un olio considerato il non plus ultra per attenuare gli effetti del mal di testa.

Conclusioni

Ricordando sempre che nei casi in cui si ha a che fare con una delle problematiche sopra citate è opportuno chiedere consiglio al medico curante, facciamo presente che, nel momento in cui bisogna scegliere l’olio perfetto, è opportuno orientarsi verso prodotti estratti con metodi biologici. Inoltre, è bene scegliere oli con informazioni chiare in merito al lotto di produzione e alla data. Un altro aspetto al quale è cruciale fare molta attenzione è il chemiotipo.

Concludiamo sottolineando che gli oli essenziali non andrebbero mai ingeriti. Fatta eccezioni per pochissimi casi, è necessario non applicarli mai puri sulla cute.