beauty

Beauty trend 2022, le novità dalla Corea

Come tutti gli appassionati di bellezza e skincare sanno, è ormai da qualche anno che la Corea la fa da padrone nelle tendenze di questo ambito, diffondendo trend e prodotti in tutto il mondo, grazie anche alla facilità con cui si possono fare spedizioni internazionali che ci permettono in pochissimo tempo di ricevere i prodotti utilizzati nell’Estremo Oriente.

Andiamo dunque a vedere subito quali saranno le tendenze che la Corea ci propone per la primavera e l’estate di quest’anno, dove le parole chiave saranno sostenibilità, ingredienti fermentati e minimalismo.

Sostenibilità per curare pelle e ambiente

Il concetto di sostenibilità è diventato capillare in tutti gli aspetti della nostra vita, grazie alla crescente consapevolezza che negli ultimi anni si è diffusa verso la crisi climatica, l’inquinamento e la preoccupazione per la salvaguardia del nostro pianeta. Chiaramente tutto ciò non poteva non avere un impatto anche nell’ambito del beauty e della skincare, che nel 2022 si orienta verso il fare della sostenibilità uno dei suoi valori fondamentali, con le industrie che cercano di arrivare ad una produzione zero-waste che comprende anche l’utilizzo sempre più frequente di packaging completamente riciclabile.

Anche gli ingredienti dei prodotti prendono sempre più spunto da principi attivi ed estratti naturali, e in questo senso la rivoluzione del 2022 proveniente dalla Corea è quella degli ingredienti fermentati, come il tè e il kombucha, ottenuto dalla fermentazione del tè nero, che sono particolarmente validi nel cresre prodotti per riequilibrare e lenire i fastidi di una pelle particolarmente sensibile, andando a nutrirla in profondità e rendendola luminosa.

Tra gli altri nutrienti naturali dei prodotti per la skincare coreana di quest’anno possiamo trovare la vitamina A, che aiuta a combattere le rughe, la propoli e l’estratto di cipolla rossa, dalle ottime proprietà antiossidanti.

”Skinimalism”, poco ma buono

Nel 2022 sembra decisamente essere finita l’era della skincare routine lunga e dove si utilizzano moltissimi prodotti diversi: il trend di quest’anno infatti cambia totalmente rotta rispetto alle origini, e va a comporsi di pochi step ragionati e veloci, che rendono la cura della pelle alla portata anche di chi non ha molto tempo da dedicarci.

Ecco che quindi andremo a trovare prodotti multitasking, che svolgono più azioni in una sola volta, e anche formulazioni che lasciano da parte complessi ingredienti chimici per far spazio ad estratti naturali e legati alla medicina tradizionale. Si va in controtendenza anche rispetto al look che donava un aspetto da pelle di porcellana, reso popolare da attori e cantanti coreani e copiato da moltissime persone. Il trend di quest’anno invece tende ad andare a valorizzare una pelle dall’aspetto naturale, sano e nutrito, grazie anche alla grande diffusione di prodotti a base di propoli e acido ialuronico.

Un’altra cosa che i beauty trend coreani tengono in considerazione sono gli effetti che l’uso prolungato delle mascherine comportano sulla pelle. Pur trattandosi di un’abitudine già consolidata in molti Paesi asiatici, l’uso delle mascherine in Occidente ha iniziato a provocarci imperfezioni e brufoli ricorrenti, per cui possiamo però trovare dei prodotti appositi, che vanno a detergere la pelle ma senza essere troppo aggressivi.