Tutto ciò che c’è da sapere sul soccorso stradale

Un guasto improvviso all’auto non è un imprevisto di poco conto. Ciò nonostante, si tratta di un rischio fattivo, specie per chi della vettura fa un uso quotidiano o, in caso di una manutenzione saltuaria e poco approfondita del veicolo. Rimanere bloccati nel bel mezzo dell’autostrada, magari lontani dalla propria città e, sicuramente, distanti da casa, può rappresentare un vero problema.

Fortunatamente, esistono dei servizi dedicati come, ad esempio, il soccorso stradale Roma, che permettono di prevenire il panico in queste situazioni, grazie ad un numero utile per chiedere aiuto e per ricevere un carro attrezzi volto al recupero della vettura e al ritorno in sicurezza a casa. Nelle prossime righe, scopriremo tutto ciò che c’è da sapere sul soccorso stradale, come richiederlo e le varie tipologie esistenti.

Soccorso stradale, info essenziali

In poche parole, il soccorso stradale è una semplice soluzione ad un grande imprevisto. A prescindere dalle condizioni del veicolo, infatti, i guasti sono una possibilità tanto sgradevole quanto reale. Che ci si trovi su strade urbane, extraurbane o su autostrade, il soccorso stradale è attivo tutto il giorno, chiamando dalle colonnine di SOS, rivolgendosi ai numeri verdi, oppure rivolgendosi ad altri enti.

Il soccorso stradale non è che un servizio d’assistenza volto agli automobilisti che riscontrino problematiche di avaria o conseguenze di un incidente, al fine di assicurare un rientro incolume ed un recupero del veicolo coinvolto, destinato alla riparazione di esso e al proseguimento normale del flusso di traffico. Una misura di sicurezza, insomma, vista la celerità richiesta nel rimuovere veicoli fermi dall’autostrada, al fine di prevenire pericolosi sinistri a catena.

In genere, ci si rivolge al soccorso stradale in casi di estrema emergenza, quando l’auto proprio non vuole saperne di partire e, quindi, occorre rivolgersi ad una ditta che trasporti il mezzo e ci riconduca verso una zona franca. Il carroattrezzi carica il veicolo in modi diversi: a traino, caricandolo, a traino sollevato per mezzo di funi quando ci sono danneggiamenti negli assali o nella sezione anteriore o a recupero, rimettendolo in posizione di marcia dopo un ribaltamento o un’uscita di strada.

Enti, costi e dettagli del servizio

Fortunatamente, in Italia i servizi di soccorso stradale disponibili sono diversi e tutti attivi 24 ore al giorno, compresi festivi e notturni. La sostanziale differenza sul chi rivolgersi la fa la legge, in questo caso. Se il veicolo dovesse fermarsi in autostrada, infatti, gli enti da contattare saranno quelli designati dal proprietario della strada.

Se la vettura non intralcia il traffico in strade normali sarà possibile rivolgersi ad un carroattrezzi, senza particolari autorizzazioni da parte del proprietario. Se intralcia il traffico, occorre rivolgersi ad un ente approvato dal proprietario della strada. Se dovesse trattarsi di un incidente, invece, ci si dovrà rivolgere alle Forze dell’Ordine.

Il soccorso stradale non è appannaggio esclusivo degli enti affiliati alle proprietà autostradali, venendo offerto anche da molte compagnie assicurative, attraverso polizze personalizzate per coprire il soccorso stradale. In questo caso, sarà la compagnia a prestare soccorso al cliente. Le varie opzioni di assistenza, poi, si definiscono di polizza in polizza, a seconda del prezzo del premio assicurativo e della compagnia che eroga i servizi.

Alcuni enti, infatti, offrono la manutenzione del veicolo e, in casi di tempi lunghi, le spese d’albergo qualora il guasto dovesse avvenire lontani da casa. Il prezzo di questo tipo d’assistenza quando non incluso nella polizza può variare a seconda di diversi fattori: dalla distanza ricoperta dal mezzo per raggiungere il punto di recupero, ai giorni in cui il servizio viene erogato, con sovrapprezzi in caso di operazioni notturne e nei giorni festivi.

Il compro oro, che tipo di negozio è e quali servizi offre

Il compro oro, che tipo di negozio è e quali servizi offre

 

Il concetto di compro oro fa un po’  parte dell’immaginario collettivo. Tuttavia, molti ne hanno una conoscenza superficiale, dettata più che altro dalle pubblicità e dai manifesti che si vedono in città, nei giornali, in televisione.

Anzi, spesso questa tipologia di negozi è vittima di alcuni pregiudizi, che certo ne trasfigurano gli scopi e i reali ambiti di intervento. Dunque vale la pena fare luce sui compro oro e parlare nel dettaglio dei servizi che offre.

Compro Oro, la risposta a una necessità… E non solo

Uno dei pregiudizi che gravita attorno al concetto di compro oro ha a che fare con le condizioni economiche di chi vi si rivolge. In particolare, si crede che si affidi ai compro oro solo chi versa in profonde ristrettezze economiche, chi è così “disperato” da dover vendere i propri effetti personali per sopravvivere. Certo situazioni di questo tipo possono capitare, ma non sono affatto la norma. Di più, creano attorno ai clienti un ingiustificato stigma.

In realtà, nella maggior parte dei casi ci si rivolge al compro oro per un semplice fatto: per monetizzare il possesso di monili e gioielli. C’è chi ama indossarli, e non ne farebbe mai a meno. C’è chi li indossa raramente o si limita giusto a qualche accessorio. In questo caso, appare del tutto superfluo conservare, magari chiusi in un cassetto o in una cassaforte, gioielli e monili ricevuti in regalo o acquistati in un passato lontano. Se c’è l’opportunità di trasformare oggetti percepiti come superflui in denaro… Perché non farlo?

Ecco, a questa necessità corrisponde il compro oro, e non solo a bisogni di tipo prettamente economico.

Come viene valutato l’oro

Come funziona il compro oro? Niente di più facile: si presentano gli oggetti da vendere, si attende la valutazione da parte di una specialista, si compilano alcuni documenti e il gioco è fatto. La questione dei documenti è fondamentale, in quanto hanno lo scopo di evitare pericolose derive e azzerare il rischio di riciclaggio.

In parole povere, la provenienza dell’oro dev’essere sempre chiara. Ovviamente, i dati sono protetti dalla normativa sulla privacy, dunque non sono utilizzabili in nessun modo che non abbia a che vedere con la tracciabilità dei preziosi.

Importante è la questione della valutazione. Ovviamente, l’oro non ha un valore fisso, ma cambia in base a tanti fattori, non ultime le fluttuazioni della borsa, soprattutto rispetto alla valuta corrente. 

Senza addentrarci troppo nel mondo della finanza, è bene sapere che nei periodi in cui l’economia arranca, il valore dell’oro sale. D’altronde è un bene rifugio, e gli investitori tendono a convertire parte dei propri investimenti in oro quando l’aria si fa pesante.

La buona notizia è che, all’interno di un range ipotetico e del perimetro del buon senso, i compro oro possono proporre valutazioni diverse. Questo favorisce la competizione e tende ad agevolare i clienti.

Come scegliere il compro oro

Dunque, un compro oro non vale  l’altro. Come sceglierlo? Ecco qualche criterio da tenere a mente.

  • Valutazione generosa. Ovviamente, un compro oro che “fa prezzi alti” è preferibile a un compro oro più conservativo. Ovviamente, la valutazione dev’essere realistica, altrimenti ci potrebbe essere qualcosa sotto.
  • Valutazione completa. Alcuni compro oro valutano solo… L’oro. Altri invece valutano anche le gemme preziose che eventualmente sono incastonate nei gioielli. Ovviamente, è bene preferire questi ultimi.
  • Valutazione al loro dei danni. Solo alcuni compro oro valutano i gioielli senza considerare troppo gli eventuali danni, o per meglio dire considerandone l’aspetto successivo a una eventuale opera di restauro. 
  • Versatilità. Infine, è bene optare per i compro oro che non si limitano ai soli gioielli, ma che possano valutare, anche da un punto di vista legale, oggetti con valore economico “quasi corrente”, come i gettoni d’oro e i lingotti

E’ difficile trovare un compro oro che risponda esattamente a questi requisiti. Nel milanese, tuttavia, ce n’è uno: il compro oro Boutique del Gioiello

E’ un compro oro all’altezza delle aspettative più stringenti, spicca per competenza, disponibilità e convenienza. E’ ovviamente iscritto al registro OAM (Organismo Agenti e Mediatori) ed è autorizzato dalla Banca d’Italia alla compravendita dei lingotti e delle monete d’oro. Insomma, è una risorsa per monetizzare in fretta i propri gioielli e il proprio oro usato.

Distribuzione di volantini a Napoli: come organizzarla zona per zona

Da sempre i volantini vengono considerati come un infallibile mezzo pubblicitario dal momento che sono in grado di raggiungere una vasta fetta di pubblico e di diffondere in modo capillare il messaggio che contengono.

Anche se l’avvento dei social e dei dispositivi mobili ha spostato l’attenzione delle persone, la distribuzione volantini a napoli da parte di Studio Senese, continua a mostrare la sua efficacia.

Il lavoro di distribuzione volantini è tra le più classiche forme pubblicitarie esistenti al mondo; pratica e utile, è indicata per tutte le tipologie di business e riesce a fare presa su chiunque.

Però, soltanto se i volantini vengono realizzati nella giusta dimensione e con un’efficace combinazione di colori e immagini, possono effettivamente entrare e rimanere a lungo nella mente di chi li osserva.

Per poter trasformare un semplice foglio di carta colorato e con immagini, in un potente strumento di marketing, bisognerà puntare sulla distribuzione capillare ben studiata e organizzata in base alle varie zone di distribuzione.

L’efficacia della distribuzione volantini a napoli

distribuzione-volantini-a-napoli

In circolazione, ci sono tantissimi volantini, ma soltanto quelli costruiti graficamente in modo adeguato riescono a farsi ricordare dai consumatori.

Il servizio di distribuzione volantini a napoli, chiamato volgarmente “volantinaggio”, è da sempre lo strumento principe con finalità promozionali.

Una volta che il materiale da distribuire è stato concepito con la giusta soluzione grafica, si inizia il lavoro di distribuzione in modo capillare e preciso; è proprio la sua capacità di raggiungere qualsiasi luogo o persona che ne fa uno dei mezzi pubblicitari in grado di aumentare la visibilità di un’azienda, prodotto, offerta o brand, più efficaci di sempre.

Distribuzione volantini a napoli: come organizzarsi

Chiunque si occupa della distribuzione volantini a napoli sa benissimo quanto sia complesso coprire un’intera città dal momento che non è così facile come sembra.

Il primo passo da fare è studiare nei dettagli il bacino di distribuzione e, di conseguenza, sapere esattamente quanti volantini vanno stampati; poi si passa alle modalità di intervento attraverso un dettagliato programma di distribuzione giornaliero e infine, l’ultimo passo è creare un team di persone motivate e di fiducia che si dovrà occupare della distribuzione capillare dei volantini.

Naturalmente, per monitorare l’attività, le persone preposte al volantinaggio devono fare un resoconto completo dell’attività svolta e dell’area coperta.

distribuzione-volantini-a-napoli

Modalità di distribuzione volantini a napoli

Dopo aver organizzato il lavoro, sta a chi si occupa di distribuire i volantini seguire le linee guida stabiliti dall’azienda di volantinaggio.

In genere, la distribuzione di volantini a napoli viene fatta attraverso tre modalità:

  • Porta a porta – il volantino viene solitamente messo all’interno della cassetta della posta di ogni abitazione che si trova nell’area selezionata per la distribuzione. Considerando che ci sono zone ad alta densità abitativa, la distribuzione va organizzata in gruppi in modo da non saltare nessuna. Il servizio di distribuzione dei volantini nelle cassette postali è utile maggiormente a quelle aziende che vogliono farsi conoscere dalle persone che abitano in una particolare zona; quindi, una copertura a tappeto è necessaria per far giungere il messaggio pubblicitario a tutti. Un elemento che potrebbe essere controproducente a livello promozionale è la cassetta posta all’esterno dei condomini adibita a ricevere la pubblicità, visto che spesso è vietato inserirla nelle cassette postali. Questa cassetta viene purtroppo svuotata una volta alla settimana e, nella maggior parte dei casi, il contenuto cestinato senza essere stato prima visionato;
  • A mano – solitamente questo tipo di distribuzione viene effettuata nel centro città dove le persone si spostano in gran numero a piedi, può anche essere utilizzata durante eventi mondani oppure fiere, feste patronali o concerti all’aperto.
  • Sulle automobili – è la distribuzione che non offre certezze di copertura del servizio ma che comunque riesce a dare visibilità al volantino soprattutto se posizionato sul parabrezza anteriore riesce a essere visto anche dai passanti. È particolarmente indicato per chi deve promuovere i propri prodotti e per i saldi.

Per investire a Dubai cosa serve? Un ottimo intermediario, ecco perché

Riuscire a far fruttare i risparmi attraverso investimenti è un obiettivo comune, ma come fare? Le strade attualmente più battute sono due: da una parte c’è chi investe all’estero, dall’altra chi decide di seguire il trend delle cryptomonete. Tra le zone più ambite per investire all’estero c’è Dubai, la città al centro dell’attenzione per il boom economico, per i grattacieli sempre più alti, per gli efficientamenti energetici e per le soluzioni tecnologiche adottate negli edifici. Ma come fare ad investire all’estero senza fregature e senza problematiche? La soluzione migliore è affidarsi ad un ottimo intermediario. Se desideri investire a Dubai con Fabio Raffaeli potrai avviare un percorso proficuo, adatto a te e sicuro, ecco cosa devi sapere.

Chi è Fabio Raffaeli

Fabio Raffaeli è un investitore conosciuto soprattutto in ambito immobiliare; esperto nel settore degli investimenti immobiliari a Milano e Dubai, alle sue spalle anta un track record di 18 anni da 35 enne. Fabio Raffaeli si distingue da altri colleghi del settore poiché il suo obiettivo non è vendere corsi su come fare investimenti ma si impegna in prima persona ad investire concretamente, conoscendo davvero tutto quello che c’è da sapere e aiutando in modo concreto i propri clienti attraverso consulenze mirate. Nato e cresciuto nell’hinterland milanese, oggi vive a Dubai con la moglie Silvia Galati al suo fianco in progetti business a livello internazionale.

Il ruolo dell’intermediario negli investimenti

Come accennato precedentemente, un intermediario è la soluzione migliore per aiutarti negli investimenti all’estero. Investire a Dubai è sicuramente un’ottima idea ma per farlo nel modo corretto è necessario conoscere nel dettaglio il mercato e chi è esterno al mondo immobiliare potrebbe avere qualche difficoltà. L’intermediario finanziario invece si mette al fianco del proprio cliente fornendogli informazioni dettagliate e preventive legate a costi, guadagni e burocrazia. Si tratta di una persona trasparente e competente ma soprattutto disponibile che può seguirti lungo tutto il processo di investimenti.

Cosa serve per investire a Dubai

Se stai cercando opportunità nel settore immobiliare devi sapere che gli investimenti a Dubai sono una scelta vincente e il motivo è la tipologia di mercato; nonostante non sia prevedibile, la crescita in questa città è davvero esponenziale e il motivo è la politica fiscale che fa in modo di ridurre tasse e spese in favore del guadagno. La città fiorente si sta espandendo sempre più; capitale di uno degli Emirati Arabi Uniti, si dimostra cosmopolita e non è solo una terra meravigliosa dove vivere per le sue bellezze ma è anche dalla parte dei cittadini con politiche di tassazione davvero favorevoli. Come meta ad alto profilo, risulta un’ottima opportunità di investimento ma si difende bene anche per chi cerca una vita luxury dotata di ogni comfort.

Dopo la crisi del 2008 affrontata da moltissimi paesi, Dubai ha deciso di reagire con grinta aiutando quindi il Paese a ripartire in modo concreto. La crisi è diventata un’opportunità grazie al prezzo degli immobili calato e al vantaggio che molti investitori possono trarre. Sono passati molti anni e Dubai si è dimostrata senza uguali nello sviluppo ma soprattutto stabile a livello commerciale diventando un polo davvero forte che ha convinto sempre più imprenditori a spostare qui la propria società.

Il mercato immobiliare di Dubai

Come accennato, il mercato immobiliare di Dubai è vivace e frizzante ma questo non significa essere il più costoso. Anzi! Confrontandolo con quello di altre capitali si nota un fatto interessante: è la città con percentuali di guadagno più alte e al contempo è una di quelle più vantaggiose per prezzi al metro quadro. Posizione strategica, una valuta stabile e tasse favorevoli sono motivi altamente vantaggiosi per pensare di investire a Dubai, per farlo nel modo corretto rivolgiti a Fabio Raffaeli che si affiancherà a te per aiutarti a trovare le soluzioni migliori e più vantaggiose per te.

Spedire con ritiro a domicilio, come funziona questo comodo servizio

Spedire con ritiro a domicilio è una prassi che molti italiani stanno iniziando ad apprezzare.

Complice la pandemia e le feste di Natale trascorse da poco, le famiglie si sono ritrovate spesso a dover passare le feste separate e a fare i regali in modi nuovi.

Spedire con ritiro a domicilio è diventata una nuova abitudine.

Un tempo questa tipologia di sorpresa con consegna da parte dell’addetto era riservata quasi solo esclusivamente a pensieri floreali per sorprendere e conquistare.

Oggi non è più così: spedire con consegna a domicilio è un’abitudine nata sotto l’obbligo di lockdown ma cresciuta nel tempo.

I regali di Natale certo, ma anche qualunque altra occasione per stupire, conquistare, sorprendere o semplicemente far sapere a qualcuno che ci siamo.

Ecco cosa si ottiene a spedire con ritiro a domicilio.

Spedire con ritiro a domicilio: tre buone ragioni per farlo

Prima di tutto è bene sapere che il principale vantaggio della spedizione con ritiro a domicilio consiste nella sicurezza.

QUesto termine si può declinare in diverse sfumature.

Spedire con ritiro a domicilio infatti è sicuro per quanto riguarda i contatti limitati: basterà preparare il pacco che si desidera spedire e si risparmieranno code ed affollamenti.

Un incaricato competente e professionale arriverà da voi e ritirerà in tutta sicurezza il vostro pacco.

Spedire pacchi dal domicilio è inoltre sicuro anche per un’altra ragione.

Spedire con ritiro a domicilio infatti garantisce sicurezza anche per quanto riguarda la puntualità di ritiro e consegna.

Non solo il ritiro avverrà all’orario e nel giorno da voi stabilito, ma anche la consegna del pacco sarà concordata, con tempi garantiti.

Il servizio di ritiro del pacco sarà concordato al momento della prenotazione, rendendo così la spedizione ancora più comoda.

Spedire pacchi con ritiro a domicilio è sicuro ma anche veloce.

La velocià infatti è la seconda ragione per cui è bene scegliere questo tipo di servizio.

Una volta prenotata la spedizione infatti, l’incaricato verrà a ritirare il collo il giorno stesso o al massimo il giorno successivo alla prenotazione.

La consegna della spedizione pacchi con ritiro a domicilio inoltre è veloce anche per quanto riguarda la consegna, gestita in modo professionale dallo spedizioniere entro tempi brevi.

Quando scegliete il servizio di spedizione pacchi con consegna a domicilio, potrete anche decidere di selezionare il servizio “express“, che consente una consegna anche nel giro di 24 ore.

Spedire pacchi con consegna a domicilio: quanto costa il servizio?

Oltre ad essere sicuro e veloce, il servizio per cui potrete spedire pacchi con consegna a domicilio ha anche dei costi contenuti.

La modalità di prenotazione può variare ma i canali classici sono tre:

  1. telefonando al numero di servizio clienti e selezionando l’interno dedicato a questo servizio
  2. utilizzando l’apposita sezione del sito web dello spedizioniere
  3. Recandosi in uno degli uffici del vettore e chiedendo informazioni sul servizio

Spedire con ritiro a domicilio ha un costo che non è molto lontano rispetto a quello apportato ai servizi di spedizione “classica”.

Il vantaggio di doversi occupare solo di dover imballare il pacco e di limitarsi ad aspettare, all’orario e nel giorno concordato, l’incaricato che ritirerà il collo vale certamente la piccola differenza di prezzo.

Non solo: i costi della spedizione pacchi con ritiro a domicilio si applicano per ogni richiesta di servizio di ritiro a prescindere dal numero di pacchi ritirati.

Ciò significa quindi che si andrà a pagare il prezzo unitario solo relativo al servizio spedizione pacchi con ritiro a domicilio, sia che si tratti di un solo pacco sia che si necessiti di spedire diversi colli.

Anche il peso del pacco non influisce sul prezzo della spedizione pacchi con ritiro a domicilio.

La quotazione che vi verrà proposta in fase di prenotazione del servizio infatti terrà conto delle tariffe standard solo relative al ritiro a domicilio, alla distanza che il pacco dovrà percorrere per giungere a destinazione e ai passaggi logistici necessari per rispettare i tempi di consegna.

L’unica attenzione che viene richiesta da parte di chi prenota il serivizio di spedizione pacchi con ritiro a domicilio è quella relativa al corretto imballaggio del pacco (o dei pacchi).

Naturalmente poi sarà importante che ci sia qualcuno presente il giorno e l’ora di prenotazione dell’appuntamento di ritiro, per fare in modo che la spedizione pacchi con ritiro a domicilio vada  a buon fine.

Ritiro auto incidentate e si risparmia sulla demolizione

Fare un incidente non è mai piacevole.

Una volta subito il danno è importante capire come gestire il ritiro auto incidentate.

Per evitare di doversi occupare anche di questo aspetto, in un momento già complesso come quello che si vive dopo aver subìto o provocato un sinistro, è importante sapere fin da subito a chi rivolgersi.

 

Ritiro auto incidentate: come gestirlo

Per prima cosa è importante sapere che rivolgersi ad un servizio ritiro auto incidentate presente anche online può essere un buon modo per risparmiare oltre che una garanzia di ottenere il servizio in tempi brevi.

La valutazione dell’auto sinistrata da parte di professionisti potrà sorprendervi: in questo modo non solo non dovrete occuparvi dello smaltimento e ricevete anche del denaro.

Non è ancora finita: il ritiro di auto incidentate ha anche un altro importante vantaggio, quello di farvi risparmiare sulle spese di demolizione.

Proprio così: non solo non dovrete occuparvi dello smaltimento auto incidentate ma potrete anche evitare la lunga burocrazia legata alla demolizione.

Ritiro auto incidentate: cosa fare dopo

Nel 2020 gli incidenti d’auto in Italia sono stati poco più di 118mila.

Il solo numero basta a rendersi conto di quanto questi spiacevoli avvenimenti possano cambiare la vita da un momento all’altro.

Evitare di doversi occupare anche del destino e del ritiro delle auto incidentate è senza dubbio un importante vantaggio per tutti coloro che devono gestire tutti gli altri aspetti legati al sinistro.

Rivolgersi a servizi di ritiro auto incidentate professionali è importante non solo nella fase immediatamente successiva all’incidente ma lo diventa anche più avanti.

Nella prima fase, affidarsi a professionisti serve a non doversi occupare dello smaltimento e a risparmiare sulla demolizione, ottenendo anche una somma per la carcassa dell’auto.

In un secondo tempo i vantaggi di questa scelta tornano ad essere molti.

Dopo aver deciso di rivolgersi ad un servizio di ritiro auto incidentate infatti, i professionisti che vi seguiranno saranno al vostro fianco anche per quanto riguarda le scelte successive.

Se l’auto è irrrimediabilmente danneggiata,solitamente si concorda un prezzo per la vautazione e si procede con il ritiro della carcassa.

Nel caso in cui il danno fosse invece di entità più lieve, esiste una terza scelta rispetto a quelle più classiche “demolizione o riparazione”: la vendita del veicolo incidentato così com’è. Come vedremo, anche questa opzione comporta particolari svantaggi.

Il ritiro di auto incidentate di Autosinistrate24 offre un servizio serio, conveniente e di qualità per tutto il Nord Italia. Il servizio consente una valutazione gratuita ed immediata del mezzo oltre che la garanzia di una valutazione vantaggiosa.

Decidere di rivolgersi ad un servizio di ritiro auto incidentate per risparmiare sulla demolizione ed ottenere subito una cifra in denaro si presenta come la soluzione più vantaggiosa rispetto alle altre possibili.

Permuta

Scegliere la permuta di un’auto incidentata o comunque non più marciante significa farla  gestire solo da un concessionario a fronte dell’acquisto di una nuova auto;

Riparazione

Questa opzione ha senso solo ed esclusivamente nel caso in cui l’auto sinistrata abbia subìto danni relativamente lievi. Il rischio in questo caso è di pagare una cifra per la riparazione che sia più alta rispetto al valore stesso della macchina. Ecco allora che in questo caso è utile rivolgersi ad un servizio ritiro auto incidentate che possa ritirare l’auto con apposito carroattrezzi senza nessun ulteriore pensiero o incombenza da parte del proprietario.

Vendita

La terza opzione alternativa rispetto al ritiro auto incidentate è la vendita. In un primo momento potrebbe sembrare la scelta più vantaggiosa in quanto il prezzo è deciso da voi e si potrebbe gestire il tutto tra privati. Una volta presa questa strada però, vi sarà subito chiaro che trovare acquirenti seri disposti ad acquistare un’auto sinistrata non è impresa semplice. 

 

 

 

 

Auto in pronta consegna, è ancora possibile trovarle?

Quando entriamo in una concessionaria per acquistare una nuova auto, oppure ci rivolgiamo a vari portali online di compravendita quattroruote, abbiamo di fronte due possibilità: una è quella di puntare su un’auto in pronta consegna (nuova di zecca) oppure su una vettura a km zero o che si avvicini perlopiù al nostro budget che abbiamo a disposizione.

Per capire quale alternativa faccia al caso nostro, dobbiamo fare un passo indietro e capire bene dove acquistare un’auto pronta consegna e cosa significa.

Auto in pronta consegna che vuol dire: vantaggi e svantaggi

auto-in-pronta-consegna

Una importante distinzione da fare che può portare confusione all’acquirente è il significato di auto in pronta consegna: il termine sta ad indicare che questi veicoli non sono mai stai immatricolati, sono già disponibili e senza aver percorso alcun chilometro.

Tra i vantaggi che comporta questa tipologia di mezzo, vi è sicuramente c’è il fatto di poter avere l’auto desiderata disponibile presso il venditore al quale ci siamo affidati o comunque in arrivo in sede entro pochi giorni con la firma del contratto e l’immatricolazione con una tempistica breve per gli adempimenti burocratici, dunque tempi di attesa ridotti all’osso.

Ovviamente qualche svantaggio nella pronta consegna c’è inevitabilmente e riguarda soprattutto la possibilità di personalizzare l’auto: dal momento che si tratta di veicoli già disponibili non si può richiedere alcun optional aggiuntivo, in pratica l’auto è così come uscita dalla fabbrica, una sorta di prendere o lasciare.

Auto in pronta consegna: come trovarle

Dunque, per fare chiarezza riassumendo in breve la differenza tra auto pronta consegna e auto a chilometro zero la fa l’immatricolazione che nel primo caso non è effettuata ancora e lo sarà solo poco prima dell’acquisto, mentre nel secondo caso l’immatricolazione, al di là dell’acquisto è già avvenuta e potrebbero aver percorso un po’ di strada, dal momento che vengono utilizzate per effettuare i giri di prova.

L’acquisto online di un’auto oggi può avvenire tranquillamente attraverso le stesse concessionarie o appositi siti web che hanno solitamente una sezione fisica in cui c’è un incaricato che tratta online e risponde alle richieste della clientela.

Decidere di puntare sulla compravendita sul web comporta dei vantaggi, in quanto non solo si trovano prezzi competitivi, ma l’addetto alla vendita non ha quell’ansia di dover massimizzare i profitti dalle vendite individuali, ma riuscire a far acquistare il maggior numero di veicoli disponibili.

Infatti, il venditore online per poter vendere più facilmente dovrà mantenere più bassi i prezzi; in pratica renderli concorrenziali rispetto all’acquisto fisico in concessionaria, il tutto per mantenere la giusta competitività e continuità nelle vendite online.

Tutto questo, implica, ad esempio, il trattare magari facendo offerte sul web della durata di una giornata o comunque di durata breve, anche in questo caso, dunque, una sorta di prendere o lasciare.

Inoltre, risponde riuscendo ad intrattenere più contatti rispetto ad un impiegato di una concessionaria e ha una diversa struttura delle commissioni.

In genere, la sua quota di compenso è determinata dal punteggio del sondaggio sulla soddisfazione dei clienti, che può essere utilizzato come strumento di negoziazione.

Senza incontri faccia a faccia, i venditori di auto su internet non possono concludere affari utilizzando molte delle strategie psicologiche impiegate dai venditori di “showroom”.

Risulta chiaro come oggi grazie ad internet, puntare su modelli in pronta consegna è più facile ma occorre stare attenti che ciò che si chiede possa essere davvero ciò che ci si aspetta.

auto-in-pronta-consegna

Una scelta dettata dagli avvenimenti recenti

Il mercato dell’auto tra crisi dovute alla pandemia da Covid-19 che inizialmente attraverso le mobilità vietate o limitate fino ad oggi ha attraversato, sta tentando di uscire da questo momento particolare che ha colpito tutto il mondo, proprio puntando sulle auto in pronta consegna, anche se il mercato asiatico e nella fattispecie quello sud coreano svolge probabilmente un ruolo predominante ed il cliente in tempo di crisi può anche accontentarsi ad esempio di un buon modello senza richiedere alcun accessorio, badando così all’essenziale.

Internet con il mercato online può venire incontro se si hanno soprattutto le idee abbastanza chiare.

Realizzazione siti web: 5 consigli per scegliere l’agency giusta

Abbiamo capito tutti, soprattutto leggendo i dati dell’anno appena concluso che avere un sito web è essenziale. Ma non serve un semplice sito vetrina, serve un portale efficace, in grado di indicizzarsi, di fornire al cliente tutto ciò di cui ha bisogno e poi… poi serve anche uno shop online e magari un’app. La competitività online è tantissima e per emergere è importante stabilire un budget e affidarsi ad un team di esperti: Shopping Plus, web agency specializzata nella realizzazione siti web, oggi vuole darti 5 consigli per scegliere l’agenzia giusta per te e la tua azienda.

Come scegliere la web agency

Online si trovano davvero tantissime web agency, sono sempre più infatti quelle sia con negozio fisico che con team esclusivamente online che si propongono per affiancare aziende di diversi livelli con progetti a 360 gradi. Come si sceglie quella giusta? Con l’aiuto di Shopping-Plus evidenziamo alcuni consigli per evitare fregature e affidarti solo a veri professionisti.

  1. Usa internet – non è un consiglio banale! Non solo guarda il loro sito web per capire come hanno investito su loro stessi ma controlla i social e Google my business per leggere le recensioni. Vedere cosa dicono gli altri clienti è essenziale per capire eventuali problematiche ma anche i punti di forza di ciascun team. Sappiamo che potresti non essere un tecnico ma cerca di non basare tutto solo sull’estetica del sito.
  2. Controlla la presenza online – vuoi emergere davvero? Dai un’occhiata alla presenza sui social e al relativo posizionamento sui motori di ricerca. Se una web agency si propone per aiutarti a posizionarti al meglio è importante che sia lei stessa ben indicizzata. In alternativa cerca anche qualcosa relativo ai suoi clienti, solitamente si trovano nel portfolio alcune case history interessanti.
  3. Recensioni – come accennato precedentemente le recensioni sono importantissime; leggi pro e contro del team, comprendendo se ti sembrano i professionisti che fanno al caso tuo. Se hai modo chiedi anche consigli diretti dialogando con i loro clienti; il vecchio e caro passaparola è ancora efficace anche online.
  4. Portfolio – il punto numero quattro è osservare il portfolio. Molte web agency lo mettono pubblico sul sito web, altre lo forniscono solo a richiesta. In ogni caso dai un’occhiata ai lavori svolti precedentemente per capire se possono rispondere alle tue esigenze, quali sono le competenze e come si muovono tra diversi progetti.
  5. Chiedi un incontro – il punto numero 5 non è certo da sottovalutare. Chiedi un incontro, parla direttamente con il team e cerca di capire se fa per te.

Perché è importante avere un sito web

Oggi avere un sito web non è solo importante ma è decisamente essenziale: si tratta di un vero e proprio biglietto da visita digitale che può aiutarti ad emergere. Ma non è tutto: avere un portale significa poter essere competitivi sul motore di ricerca dove avvengono la maggior parte delle richieste degli utenti che cercano dove fare un determinato acquisto o chi contattare per un servizio. Avere un sito web possiamo dire essere il primo gradito di una strategia di comunicazione e marketing attuale. I social network servono ma non sono certo abbastanza, avere un sito web con un’ottima strategia SEO può fare invece la differenza.

A chi affidarsi per la realizzazione di siti web?

Se stai cercando una web agency a cui affidarti per la realizzazione del tuo sito web devi sapere che Shopping Plus può aiutarti: conosciuti sul territorio di Milano e Merano ma con un’ottima rete per arrivare in tutta Italia, gli specialisti si occupano di realizzare siti ma non solo. La loro forza è quella di essere un team che a 360 gradi può dar vita al progetto digitale di un’azienda, indipendentemente dalla grandezza della stessa. Sei un freelance o una PMI? Non preoccuparti, Shopping Plus si schiera al tuo fianco per dar vita a siti web accattivanti, graficamente unici, ottimizzati e pronti per indicizzarsi al meglio sui motori di ricerca. Sviluppatori, grafici, esperti di SEO con specializzazione in Local Seo sono pronti ad assecondare le tue richieste ma anche a spiegarti come migliorare il tuo portale rendendolo unico… vorresti entrare nel mondo dello shopping online? Nessun problema, Shopping Plus può aiutarti anche nella realizzazione del tuo e-commerce.

Traduzioni legali: che cosa sono le traduzioni asseverate

In ambito lavorativo ma non solo si sente spesso parlare di traduzioni legali e traduzioni giurate. Di cosa si tratta? Con l’aiuto di Translations Universe, azienda specializzata che offre anche il servizio di traduzioni asseverate cerchiamo di capire di cosa trattano e quando vengono applicate..

Traduzioni asseverate: quando richiederle

L’asseverazione durante una traduzione è assolutamente necessaria per fare in modo che il documento abbia un valore giuridico a tutti gli effetti; il giuramento serve quando è necessario apporre un’attestazione dell’adempimento compiuto in modo fedele a ciò che viene richiesto e dichiarato. Translations Universe, con il suo team di traduttori esperti e specializzati, si occupa di redigere l’atto e di tradurre il documento estero dandogli un valore legale anche in Italia. Il traduttore si presenterà fisicamente presso gli uffici della cancelleria per giurare di aver compiuto una traduzione fedele e di aver svolto il proprio lavoro con l’intento di far conoscere la verità presente sui documenti originali. Il servizio si può applicare ad atti legali, bilanci, certificati di carichi pendenti e casellari giudiziari, titoli di studio, referti medici, documenti testamentari, certificati di nascita, permessi di soggiorno, patenti e altro ancora.

Traduzioni giurate: cosa sono e come richiederle

Le traduzioni giurate sono documenti convalidati dalla cancelleria e quindi validi a tutti gli effetti di legge; si tratta di traduzioni di documenti che vengono accompagnati da un giuramento prestato dal traduttore stesso e si applicano a diversi settori come quello commerciale, quello su atti di matrimonio o divorzio, atti notarili e testamentari, caselli giudiziari, documenti scolastici e molto altro ancora.

Come si richiede una traduzione giurata? Per poterla richiedere ed ottenere il lavoro dura giorni poiché va a coinvolgere diversi professionisti ma con Translations Universe riesci a velocizzare il tutto facendo gestire la procedura allo staff; ti basterà infatti inviare il documento da tradurre, richiedere il preventivo e la tempistica e una volta accettato i professionisti si metteranno al lavoro per farti ottenere la traduzione e il giuramento del documento inviato. Una volta terminato, il documento tradotto viene spedito tramite corriere presso l’indirizzo richiesto.

Per essere una traduzione giurata a tutti gli effetti, il documento deve avere una firma del traduttore sull’ultima pagina del testo e una marca da bollo ogni 4 pagine. Oltre alla traduzione del documento è necessario anche un giuramento che dimostri la fede del traduttore nel lavoro svolto così che il fascicolo ricevuto ottenga a tutti gli effetti un valore legale. Concretamente, un traduttore deve essere accreditato al tribunale per poter effettuare questo lavoro, deve poi portare il documento originale dalla lingua iniziale all’italiano ed eventualmente effettuare un secondo passaggio nella lingua di destinazione qualora non fosse l’italiano. Quello che vogliamo sottolineare è che il passaggio alla lingua italiana è assolutamente d’obbligo. Una volta terminato il lavoro di traduzione il professionista può presentarsi davanti al cancelliere o al giudice per ottenere una convalida ufficiale e procedere con il giuramento dichiarando di aver effettuato una tradizione fedele nella sua integrità senza omissioni o variazioni di alcun genere.

Translations Universe, l’alleato prezioso nel settore delle traduzioni legali

Non basta essere traduttori per rendere legale un documento: il settore delle traduzioni legali è particolarmente impegnativo e per questo Translations Universe seleziona solo i migliori per far parte del proprio team. Maneggiando documenti estremamente importanti che hanno valore legale, vengono scelti professionisti con esperienza nel settore giuridico. Con uno staff di 5.000 traduttori, Translations Universe trova i professionisti più adatti a te che si occuperanno della traduzione legale, in modo preciso ed impeccabile. L’azienda si distingue per essere una delle migliori nel campo grazie alla possibilità di scegliere tra 33 lingue differenti. Non solo 33 lingue ma ben 870 combinazioni linguistiche rendono Translations Universe un valido partner, grazie anche alla settorializzazione in 16 diversi ambiti di competenza. Se desideri ottenere questo servizio richiedi le traduzioni legali su translationsuniverse.com.

Monitorare i prezzi di Amazon, come posso fare?

Amazon è il marketplace per eccellenza. Quello che muove decine e decine di miliardi di euro ogni anno (e forse anche di più). Proprio per questo motivo, infatti, è possibile avere l’occasione di monitorare i prezzi che ci sono all’interno di questo sito.

Premessa: si potrebbe farlo anche manualmente, però ciò richiede un tempo molto vasto e che, alla lunga, ti fa desistere da tutto ciò. Del resto, se devi perdere una intera giornata per risparmiare anche 10€ non ne vale affatto la pena.

Ci sono, però, dei modi gratuiti ed efficaci che ti consentono di poter ovviare a tutto ciò.

Quali sono? Eccone alcuni.

Siti specializzati

È il metodo più veloce. Sul web, ormai, si trova di tutto e, quindi, anche in questo sei ben coperto. Così come ci sono siti che offrono dei codici sconto a tutti coloro che, appunto, navigano questi portali, ci sono anche dei raccoglitori di offerte Amazon che, attraverso dei software specifici, riescono a capitare come modifica il prezzo su Amazon.

Ovviamente, i servizi più avanzati non ti dicono solo quando il prezzo scende ma anche quando sale. Così, nel caso, tu possa capire la tendenza che c’è.

In alcuni casi, ci sono anche dei veri e propri suggerimenti, in modo da non farti trovare impreparato.

Certo, in quel caso devi cogliere l’occasione senza alcun indugio. Ma, si sa, le occasioni vanno prese al volo. Soprattutto on line.

Inoltre, sempre in termini di risparmio, puoi sfruttare i codici sconto per avere degli sconti ancora più sostanziosi.

Iscriversi a qualche canale Telegram

Telegram è un’app di messaggistica molto discussa. Perché se da un lato tutela al massimo la privacy delle persone, dall’altro consente a qualche malintenzionato di violare la legge.

Ma noi, ovviamente, non vogliamo certamente parlare di questo. Diciamo che ci sono dei canali specifici su Telegram, assolutamente legali, che ti segnalano ogni variazione di prezzo sui prodotti che vedi su Amazon.

Ci sono canali che non fanno distinzioni né di prezzo né di tipologia di prodotto e, quindi, puoi trovare veramente di tutto. Anche robe che, probabilmente, non ti interessano.

Ci sono, però, anche dei canali che sono più specifici e vendono delle cose che interessano a una fascia di persone ben precise.

Considera che l’app di Telegram è totalmente gratuita così come anche l’iscrizione a questi canali. Sì, sia scaricare l’app che poter usufruire di questi monitoraggi di prezzo, non richiede alcun costo.

Alle spalle di questi canali, vi lavorano delle persone che offrono un servizio. Il consiglio è quello di farci un giro e vedere se i canali presenti sono consoni a ciò che tu stai cercando.

Passaparola online

Il passaparola on line ha praticamente sostituito il passaparola umano. Certo, quest’ultimo funziona ancora però è limitato dal punto di vista territoriale. Magari sarà anche più affidabile, ma siccome siamo parlando di qualcosa che coinvolge il web – e quindi non può limitarsi a qualche chilometro – è importante anche capire le altre persone cosa scrivono on line.

Soprattutto se ci mettono la faccia e, quindi, con nome e cognome ti sanno indirizzare al meglio su dove andare per poter monitorare il prezzo di alcuni prodotti che vedi su Amazon.

Ovviamente, quando si intende il mondo de web, si intende qualcosa di vasto. Si va dai classici gruppi Facebook ai forum che ci sono sul web o anche Instagram volendo.

Le opportunità sono tante, basta solamente cercarle in modo che, comunque, tu ne possa approfittare al meglio.

Perché fare manualmente qualcosa che, invece, puoi avere direttamente e comodamente sul tuo smartphone? Agisci adesso e vedrai come, monitorando i prezzi, potrai trovare delle occasioni impensabili.