Quaderno di Campagna

Cos’è il Quaderno di Campagna e come si Compila

Tra le molte operazioni che vanno svolte all’interno di un’azienda agricola vi è anche la compilazione di un quaderno di campagna. Scopriamo insieme di cosa si tratta e come compilarlo in maniera corretta.

Il quaderno di campagna, chiamato anche con il nome di registro dei trattamenti fitosanitari, è un registro dove vengono annotate tutte le operazioni svolte durante il lavoro nei campi, dalla semina alla raccolta.

È un registro obbligatorio per tutte le aziende che utilizzano agrofarmaci per le culture e serve proprio per annotare tutti i trattamenti utilizzati, le tecniche ed i risultati ottenuti a fine stagione. Deve essere sempre disponibile in azienda ed è indispensabile per la rintracciabilità della produzione.

È proprio il Decreto Legislativo   150 del 14 agosto 2012 che indica anche tutte la procedura da seguire per una corretta compilazione di un quaderno di campagna.

 

Come Compilare Correttamente un Quaderno di Campagna?

Partiamo dicendo che un quaderno di campagna deve essere compilato dal titolare dell’azienda o dai centri di assistenza agricola, ma sempre previa autorizzazione della Asl competente.

La registrazione dei trattamenti dev’essere fatta entro 30 giorni dal giorno in cui viene effettuata e comunque entro la data in cui si provvederà alla raccolta del prodotto coltivato.

 

Cosa Deve Contenere un Quaderno di Campagna?

Il quaderno di campagna o, come abbiamo già detto, registro dei trattamenti fitosanitari dovrà contenere al suo interno:

  • eventuali analisi del terreno
  • concimazioni;
  • irrigazioni ed ogni quanto vengono effettuate;
  • data di semina, trapianto o messa a dimora delle piante;
  • le varietà coltivate e la superficie totale che la coltura occupa;
  • la data di ogni trattamento effettuato ed il prodotto utilizzato (specificando anche la quantità di prodotto utilizzata;
  • i metodi colturali utilizzati;
  • la data di raccolta;
  • eventuali problemi riscontrati sulle piante durante il periodo di cultura.

Oltre ai seguenti dati dovrà riportare necessariamente:

  • i dati anagrafici dell’azienda;
  • la firma di chi avrà utilizzato il prodotto.

Come abbiamo visto si tratta di un vero e proprio quaderno su cui annotare ogni piccolo dettaglio che riguarderà il nostro lavoro nei campi ed è inoltre molto necessario nel caso in cui il produttore abbia necessità di risalire a documenti relativi all’acquisto del seme, della pianta, dei concimi e dei fitofarmaci.

Questo è strettamente collegato all’obbligo, da parte del produttore, di garantire i requisiti di etichettatura e tracciabilità del prodotto che forniscono ai consumatori le informazioni necessarie e permettono loro di effettuare una scelta consapevole (rintracciabilità ed OGM free).

 

Dove Acquistare il Quaderno di Campagna?

Il Quaderno di campagna può essere generalmente acquistato presso un qualsiasi negozio che distribuisca prodotti per l’ufficio o direttamente online.

Vi è però la possibilità di velocizzare i processi di inserimento dati, utilizzando un computer e scaricando il quaderno senza alcun costo aggiuntivo, semplicemente utilizzando un programma del PC.

Vi sono poi dei software come Vitis (molto consigliato anche da Progetto Software) che permette di gestire sia una piccola cantina che una grande azienda (anche una grande e complessa cooperativa). Per quello che riguarda il quaderno di campagna, un software come Vitis è in grado di tracciare tutte le azioni e le operazioni che si susseguono, sin dalla semina e fino alla raccolta, con la possibilità di monitorare in qualsiasi momento i costi sostenuti.