I tanti tipi di cefalee

Che mal di testa! Alla scoperta delle cefalee

Conosciuto comunemente come mal di testa, il nome di questo disturbo, in ambito medico, prende nome di cefalee e, diversamente da quanto si possa credere, un mal di testa non è mai uguale ad un altro.

Esistono infatti diversi gradi di cefalee e differenze, che permettono agli utenti di poter distinguere perfettamente il tipo di problema: le cefalee primarie infatti, sono quelle che possono essere definite come comuni, e rappresentano la classe meno pericolosa appartenente a questo problema.

Ad essa appartiene la cefalea tensiva, ovvero quella involontaria, spesso dovuta allo stress e alla contrazione dei muscoli della nuca.
La sua durata è variabile, e parte da un’ora alla settimana: raramente queste sono di dolore elevato, e provocano altri malori come vomiti o nausea.

Sempre nella classifica primaria vi sono le emicranie: queste sono molto più intense, e possono manifestarsi una volta al giorno, così come una volta alla settimana o addirittura all’anno, e nella maggior parte dei casi questo problema comporta vomiti e altre situazioni di dolore poco piacevole.

Infine vi è la cefalea a grappolo, la più grave, dato che questa è molto diffusa durante il giorno, il dolore è maggiore e si è molto sensibili a rumori e luce forte.

La seconda classe di cefalee

rimedi cefaleeLa seconda tipologia di mal di testa, ovvero di cefalea, è di secondo grado, ed è leggermente più pericolosa: questa infatti si associa ad altri disturbi, e non deve essere comunque sottovalutata.
La cefalea di secondo grado è quella che deriva da trauma cranici, visto che questi problemi spesso creano uno strato di sangue nella zona attorno al cervello.

Anche l’ictus e la trombosi, così come un tumore al cervello possono essere la causa che fanno scaturire il mal di testa di secondo livello, molto più doloroso e frequente di quello di primo livello.
Da non tralasciare la crisi d’astinenza da droga e alcol, che possono essere aggiunti alle causa dei questo problema: infine, una motivazione che deve essere aggiunta a questo problema è la meningite ed il diabete.

Quando dunque si soffre di questo potente tipo di cefalea, l’unica cosa da fare è quella di recarsi dal medico ed effettuare la analisi.

Paralisi facciale e cefalee

La classe più pericolosa di cefalea è quella della paralisi facciale: questo tipo di mal di testa infatti risulta essere molto fastidioso e doloroso, e sinonimo di paralisi facciale.
Quando il mal di testa è fitto e lo si prova nel momento in cui anche il più piccolo dei muscoli del volto viene mosso, il problema deve essere analizzato in tempi brevissimi, dato che le conseguenze che possono scaturire sono ovviamente molto gravi.

La visita medica deve essere immediata, in quanto il problema non deve essere mai sottovalutato.

Quando si parla di cefalee dunque non si parla solo di mal di testa classico, ovvero quello che dà fastidio e che sembra non passare mai.
Da un semplice dolore alla testa infatti possono nascere delle conseguenze tutt’altro che piacevoli da vivere, e che potrebbero pertanto far sviluppare dei problemi ben più gravi.

Con un semplice controllo da parte del medico dunque, il terribile mal di testa potrà essere curato immediatamente.